Marzia e l’incubo Covid19: donna rischia di morire 3 volte, ecco cosa è successo


0
6 shares

Una vicenda insolita quella che vi stiamo per raccontare in questo nuovo articolo. Ancora una volta al centro dell’attenzione troviamo il Covid19, un vero e proprio calvario quello che ha dovuto passare Marzia: «Ho rischiato di morire 3 volte. Intubata sognavo mio figlio e mi sono svegliata…».

Marzia Merlin, non altro che mamma di 4 dolcissimi figli, ha abbandonato l’ospedale circa 7 giorni fa, dopo praticamente 2 mesi di calvario, un incubo a tutti gli effetti.

Stando a quanto riportato dal Corriere della Sera, la donna era stata esattamente ricoverata in data 22 marzo 2020, uno dei giorni più duri dell’epidemia da Covid19. E per ben tre volte è stata sul punto di salutare tutti.

«Stavo per passare di là almeno tre volte – rivela -. Io non lo sapevo, io ero altrove, ma i medici chiamavano a casa mio marito e gli spiegavano che la situazione era critica, doveva prepararsi al peggio e trovare un modo di dirlo ai miei bambini».

«La terza volta – prosegue Marzia – è stata l’unica che ho capito. Ero sveglia, si era occlusa la cannula della trachea, non ce la facevo. Mi ha salvato una dottoressa, che ha strappato di colpo la tracheo, tutti i macchinari che avevo in gola, e mi ha consentito di respirare con il naso».

In ospedale, la donna era arrivata completamente abbronzata, reduce da una vacanza indimenticabile a Cuba per i suoi 25 anni di matrimonio con il marito Domenico che ama più di ogni altra cosa al mondo.

Stando alle parole della donna, tutto sarebbe cosi dal nulla cominciato con il concerto di Elettra Lamborghini al quale aveva accompagnato Daniele, 13 anni. Dopo poco tempo si sono sentiti male sia lei che il marito, lei comunque in maniera decisamente più grave. E quando anche il marito è finito in ospedale per vari accertamenti, i vicini si hanno preso in carico i loro figli, rispettivamente dagli 8 fino a 22 anni.

«Del mio tempo sedata – termina – ricordo cose vaghe. Continua a venirmi in mente questa sensazione di avere attraversato un viale profumato, con tanti alberi di pesco, una bambina che mi dava la mano, io che mi incamminavo con lei, ma poi mi veniva in mente il pensiero che Alessandro, il mio quarto figlio, ha solo otto anni, e allora dicevo no, aspetta, non posso, e tornavo indietro».


Like it? Share with your friends!

0
6 shares

What's Your Reaction?

hate hate
0
hate
confused confused
0
confused
fail fail
0
fail
fun fun
0
fun
geeky geeky
0
geeky
love love
0
love
lol lol
0
lol
omg omg
0
omg
win win
0
win
Incredibile

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Choose A Format
Personality quiz
Series of questions that intends to reveal something about the personality
Trivia quiz
Series of questions with right and wrong answers that intends to check knowledge
Poll
Voting to make decisions or determine opinions
Story
Formatted Text with Embeds and Visuals
List
The Classic Internet Listicles
Countdown
The Classic Internet Countdowns
Open List
Submit your own item and vote up for the best submission
Ranked List
Upvote or downvote to decide the best list item
Meme
Upload your own images to make custom memes
Video
Youtube, Vimeo or Vine Embeds
Audio
Soundcloud or Mixcloud Embeds
Image
Photo or GIF
Gif
GIF format